Ridurre il danno …

Due incendi catastrofici in una settimana a Torino e Milano; interi fabbricati distrutti, danni incalcolabili, decine di famiglie sulla strada.
Tutta quella gente ha perso tutto, e la possibilità di avere dei risarcimenti ed attribuire delle responsabilità è molto remota e comunque lunga e complicata.
Non basta accontentarsi che non ci siano state vittime. Il danno alle cose ed alle persone è comunque molto pesante.
Questi eventi hanno mostrato che la possibilità di danno deve essere ridotta, se non azzerata con azioni di prevenzione e protezione adatte ai livelli di rischio (normative, controlli, qualità dei prodotti, azione dei soggetti interessati, coperture economiche/assicurative ecc.).
Credo che l’intera comunità (politici, soggetti economici ecc.) debba interrogarsi e proporre azioni incisive.